Salvini tenta di illudere gli Italiani con qualche scarabocchio su un foglio

Qualche tempo fa ci siamo occupati delle manipolazioni linguistiche di Matteo Renzi per il popolo bue in occasione del Referendum Costituzionale

Nell’occasione avevamo evidenziato come Renzi credesse di avere a che fare con degli ebeti raggirabili con quattro slogan. Il voto del 4 dicembre lo ha riportato alla realtà con 20 milioni di votanti che hanno decretato la fine del suo Governo.

Sembra però che ci sia un’altra persona che pensa di avere a che fare con degli ebeti, ed è il personaggio mediatico onnipresente Matteo Salvini che ora propone una raccolta firme contro il neo nominato governo a guida Gentiloni ed il suo staff di impresentabili Ministri riciclati.

La finalità di Salvini è quella di dare un segnale alla politica di Roma raccogliendo le firme di chi vuole andare subito al voto.

Seppur meritoria come iniziativa c’è un’evidenza che Salvini fa finta di non vedere: se 20 milioni hanno votato contro la riforma e, di conseguenza, contro il governo chiedendo a gran voce di andare ad elezioni, come può credere che qualche decina di migliaia di firme possano cambiare qualcosa?

Ovviamente non ci crede neanche lui e con questa mossa cerca di dare alla Lega Nord la parvenza di un partito che si dà da fare per cambiare le cose, anche se sa benissimo che non cambierà nulla. Un sistema, il suo, per illudere i cittadini e fargli credere di contare qualcosa contro i giochi di Palazzo.

Dopo potrà sempre dire di averci provato e guadagnerà tempo per rimanere sulla “cresta dell’onda”* fino alle elezioni che verranno indette con comodo dal PD e da Mattarella, con la legge elettorale che uscirà dal cappello dell’attuale governo.

*(I sondaggi danno la Lega Nord al 13,7% quando alle scorse Europee era dato al 16%, quindi tanto cresta dell’onda non è)

In fondo sono anni che Salvini si lamenta di tutto ma di azioni concrete ne fa ben poche, e quelle poche non sono servite a nulla.

Le raccolte di firme di Salvini

Vogliamo ricordare la raccolta firme per i 5 referendum (Legge Mancino, Legge Merlin, Legge Fornero, abolizione delle Prefetture, divieto di concorsi pubblici per gli stranieri)? Solo quella sulla Legge Fornero riusci a raggiungere il numero di firme richieste ma il referendum, purtroppo, fu bocciato come inammissibile dalla Corte Costituzionale.

Insomma, Salvini non ha una gran fortuna con le raccolte firme eppure ci riprova pur essendo consapevole, questa volta più delle altre, che si tratti di azioni inutili.

Inutili non solo nella forma e nella finalità, ma inutili in quanto Mattarella ed il PD hanno dimostrato di fregarsene altamente della volontà popolare nominando l’ennesimo governo abusivo, figuriamoci quanto li possa preoccupare qualche firma su fogli di nessuna valenza giuridica.

Salvini dovrebbe leggere Ghandi o il più attuale Gene Sharp, chiedere una mano all’amico Putin, e finirla di insistere con questa finta opposizione in una finta democrazia.

Le rivoluzioni colorate degli ultimi anni contro le dittature, che possano piacere o no, non sono state fatte raccogliendo inutili firme, ma scendendo in piazza ad oltranza compatti ed incazzati.

Avanti, ora andate ordinatamente in piazza a mettere la vostra inutile firma per far contento il pastore del gregge.

Condividi:

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − undici =