Punizioni per medici coscienziosi che rifiutano i vaccini

La crescente consapevolezza dei cittadini verso i danni da vaccini mette in allarme le lobby dei farmaci che passano al contrattacco. E’ così che procede la linea dura contro chi ha un’idea diversa dal pensiero unico.

Per due medici “anti-vaccini”, a Firenze e Treviso, sono stati aperti dei procedimenti disciplinari. Un caso anche a Venezia, con buona pace del giuramento di Ippocrate che devono recitare tutti i medici prima di iniziare la professione e che riporta:

« Consapevole dell’importanza e della solennità dell’atto che compio e dell’impegno che assumo, giuro:

  • di esercitare la medicina in libertà e indipendenza di giudizio e di comportamento rifuggendo da ogni indebito condizionamento;
  • […]
  • di rispettare i colleghi anche in caso di contrasto di opinioni;
  • di rispettare e facilitare il diritto alla libera scelta del medico;
  • […] »

Alla faccia della libertà e indipendenza di giudizio, del rispetto in caso di contrasto di opinioni e al diritto di libera scelta del medico, l’Ordine dei Medici china il capo ai padroni del farmaco e minaccia radiazioni dall’albo.

Non sia mai che sempre più persone rifiutino di farsi intossicare e ammalare dai vaccini su consiglio dei medici facendo perdere miliardi di euro alle case farmaceutiche. Si deve correre ai ripari punendone uno per educarne cento.

Fonte

Condividi:

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × quattro =