La Polizia manifesta a Roma: Polizia vince, cittadini perdono.

La manifestazione di protesta dei poliziotti tenutasi ieri 12 ottobre sotto il Palazzo del Governo a Roma ha già dato i suoi frutti.

Frutti agrodolci per la Polizia e probabilmente insapore per i cittadini. Tra le rivendicazioni del Comparto Sicurezza c’è da tempo la richiesta dello sblocco degli stipendi, fermi dal 2011. In seconda posizione le richieste riguardano divise, mezzi, e materiale d’ufficio. Gli organizzatori avevano pubblicamente invitato la cittadinanza a scendere in piazza con loro, meritoria e inusuale iniziativa.

Oggi il Governo ha risposto ai Sindacati di Polizia presentando un prospetto di rivalutazione degli stipendi diviso per i vari ruoli del personale. Si va da un aumento mensile di € 27,57 per un Agente semplice ai 59,74 per un Commissario.  E’ probabile che si accontenteranno di queste briciole e i vari sindacalisti esulteranno per questa vittoria di Pirro.

Prospetto rivalutazione stipendi Polizia di Stato

Hanno ottenuto anche una riduzione dei tempi di anzianità per aumentare nelle varie qualifiche, che si traduce in tempi più brevi per avere aumenti stipendiali.

Da mesi ormai i segretari dei vari sindacati di Polizia si alternano tra palchi e ospitate televisive per lamentare i disagi degli operatori di Polizia causati dal mancato adeguamento degli emolumenti mensili a partire dal 2011. Un’enfasi comprensibile dato che fra quegli stipendi c’è anche il loro. Il seconda battuta la lamentela riguardava i giubbotti antiproiettile scaduti. Alzi la mano chi ha mai visto dal vivo una pattuglia di Polizia indossare un giubbotto antiproiettile durante un normale servizio di Polizia. Nuovi o vecchi fa poca differenza se non vengono usati.

Posto di blocco senza GAP
Per le strade, di solito, vi imbattete nella situazione riportata a destra o a sinistra?

E’ probabile che da oggi calerà il silenzio da parte dei sindacalisti del comparto Sicurezza. Hanno avuto il loro aumento e anche se dopo 6 anni di blocco sembrano aumenti stipendiali ridicoli bisogna mettere in conto che notoriamente le Forze dell’Ordine, a cui è vietato per Legge il diritto di sciopero, non hanno mai spiccato per capacità di rivendicazione.

Per un po’ i cittadini non riceveranno più inviti ad unirsi in piazza né ascolteranno monologhi del Tonelli di turno (segretario Sindacato Autonomo di Polizia). Hanno avuto il loro tozzo di pane lanciato dall’alto e la giustificazione per richiedere tessere d’iscrizione il prossimo anno. Si godranno il loro (misero) aumento chiusi in qualche ufficio alla faccia dei colleghi che pattugliano le strade e alla faccia dei cittadini che da questo aumento non ne trarranno alcun vantaggio.

Condividi:

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − dodici =